Tu di che onda sei?

Beauty Routine

A 10 anni, allo specchio, sognavo una criniera lunga e liscia, al posto di una massa riccia, scomposta e persino scalata. Era una vita fa.
Oggi, incredibilmente, l’eterna lotta con i capelli potrebbe finalmente concludersi con una schiacciante vittoria del mosso sulla piega ‘spaghetto’.
Le onde naturali sono diventate il mio must have.

Everybody’s gone surfin’

Cosa fa il vento tra i capelli d’estate? Regala delle indomabili (e super sexy) onde.
Sdoganate sul grande schermo dalle star di Hollywood, sponsorizzate sui red carpet dalle celeb e esibite in passerella dagli angeli di Victoria’s Secret, le beach waves raccontano di storie attorno a un falò, di tracce di salsedine e di momenti di puro relax. E’ la piega non piega che ci fa sentire in vacanza (anche quando non lo siamo!) e ci tiene lontane dallo stress di spazzole, phon e pettini e, soprattutto, da un effetto artefatto decisamente fuori moda.
Insomma, le onde spettinate che fanno impazzire influencer e it girl sono (ancora) la tendenza del momento.

Tutto quello che voglio è un’onda

E se la mia vacanza non fosse tutta ‘mare, teli & piscina’? La chioma disinvolta, a tratti selvaggia, ma dominata con spray al profumo di sale marino, è un hairlook che, per fortuna, posso realizzare anche in città. E comunque perfette in montagna, al lago o in collina.
A casa (complici centinaia di tutorial) si fa presto con la soluzione en plein air o con chignon, trecce e prodotti giusti sulle mensole del nostro bagno.
In salone, a Foggia da Modart, (il salone di Laura Salerni e Francesca Gervasio) io vado pazza per la versione di Paola. La lunghezza del mio capello – mi spiega – si presta benissimo a questa piega: il risultato finale? Un finish elegante, non troppo definito. Gli step (che seguo con il mio smartphone) sono semplici: chi si mostra sin da subito tollerante con i tempi, i ‘trucchi’ e gli strumenti del mestiere, può anche replicarli a casa.

Step by step

Dopo aver lavato i capelli, con shampoo e maschera idratante, Paola applica uno spray dermoprotettore anticrespo e poi toglie con il phon l’eccesso di acqua.
Mi incanto a guardare i suoi movimenti: i capelli li accarezza con cura e con pazienza. E’ questo il primo segreto per avere una chioma invidiabile. Il secondo è, per esperienza, rifornirsi di lozioni, balsami e oli protettivi tra i migliori sul mercato. Per dirla alla Joan Crawford, “Penso che la cosa più importante che una donna possa avere – oltre al talento, naturalmente – è il suo parrucchiere”. Il mio hairstylist di fiducia mi suggerisce tutto ciò che devo sapere per non maltrattare i miei capelli. Paola procede con una spazzola piatta e divide la chioma in circa 10 sezioni, per poi torcere le ciocche mentre le asciuga con una spazzola piccola.

Lei raccomanda sempre di stirare la radice (fondamentale per garantire la perfetta texure da beach waves) e le punte. Lo styling si perfeziona con delle goccine alle estremità delle ciocche, l’olio è un prezioso alleato per la bellezza dei capelli: un massaggio rapido e, con la stessa agilità, Paola apre, muove e modella i ‘twist’. Le onde sono (im)perfette come piacciono a me: con un pettine a denti larghi termina lo styling e vaporizza uno spray fissante.
L’indomani? Basterà scompigliare leggermente la chioma semplicemente infilando le mani dal basso. C’est plus facile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Tu di che onda sei?

Beauty Routine A 10 anni, allo specchio, sognavo una criniera lunga e liscia, al posto di una massa riccia, scomposta