Estate 2021, la hit dalla Puglia? E’ FrisellAnna

Tra baie cristalline, siti Unesco, paesaggi rurali, antiche masserie e una natura incontaminata e a tratti selvaggia, la mia Puglia esibisce un’altra eccellenza, che si candida a essere il ‘place to be’ dell’estate 2021. E’ un luogo non luogo, dove è possibile (ri)scoprire tutta la magia di una regione autentica e genuina, semplicemente gustando – ‘all’ombra’ di una iconica luminaria d’arredo – una delle specialità regionali.
E’ FrisellAnna, al civico 24 di Via Cellini a Cisternino, ufficialmente il nuovo punto di ritrovo turistico (e non) della Valle d’Itria, voluto da Anna dello Russo, star indiscussa del fashion biz.

Foto Frisellanna
A sinistra: Domenico Iannizzi e Davide Tursi, dello staff di FrisellAnna

La frisella, regina dell’estate

La consulente creativa di Vogue Japan, originaria di Bari, ha una passione sconfinata per questo caratteristico angolo del Mezzogiorno, che le ha dato i natali, dove borghi e uliveti si fondono in un unico e suggestivo quadro. Con i social, Anna dello Russo ha contribuito a creare, attorno al tacco d’Italia, un interesse reale, concreto, tangibile: basti vederla scorrazzare in scooter tra i tratturi della campagna brindisina o tuffarsi nelle acque della costa tra Polignano e Ostuni per sensibilizzare i suoi 2 milioni di follower su Instagram. E scatta la febbre da Puglia: colleghe, amiche, influencer, designer, imprenditori, modelle, c’è traccia sul web delle loro tappe tra i trulli, i selfie sui muretti a secco e nei vigneti della Murgia.
Oggi, con l’inaugurazione di FrisellAnna, la celebre icon della moda, ha voluto semplicemente far convergere il meglio del made in sud in un unico grande progetto: è certamente il posto che non c’era che, da pugliese doc, sono entusiasta di frequentare, per invitare i visitatori a immergersi nei profumi della tradizione enogastronomica regionale. A cominciare dalla (s)conosciuta frisella, una ciambella salata, biscottata, bagnata nell’acqua di mare, simbolo dell’estate a tavola.
Una ricetta semplice e fresca e che, nel cortile del nuovo locale di Cisternino, diventa anche fashion. Il piatto – che fa impazzire gli stranieri in vacanza – ‘si veste’ dei colori abbaglianti degli allestimenti luminosi, scelti da AdR per impreziosire il gioiellino bianco (come la calce), rosso (come i grappoli di pomodori e i gerani che si affacciano dai terrazzini) e verde (come le piante e gli alberi che lo abbracciano).

Operazione fashion-food nel cuore di Cisternino

Quando varchi la porta d’ingresso, la percepisci subito la ‘pugliesità’: un mix and match di sapori, odori e colori tutti mediterranei. Nell’aria, ad esempio, il profumo fresco del basilico appena colto si mescola a quello dolce della cipolla rossa di Acquaviva, affettata ad hoc per una delle specialità del menù. Tentano, su tutti, i prodotti caseari nocesi: burrate, stracciatelle e fiordilatte, abbinati al capocollo di Martina Franca di un noto salumificio locale. Si, FrisellAnna non è solo un ritrovo per buongustai affamati e assetati del più prezioso nettare degli dei, ma è anche un contenitore delle eccellenze regionali, che aspira a diventare un piccolo souk di Puglia, dove poter acquistare oggetti hand made: dai capi dipinti a mano e ispirati ancora una volta alle nostre tradizioni fino alle sfiziose ceste in paglia leccesi. E poi, ancora, una dispensa colma di bottiglie di olio evo, di vino pop dal packaging unconventional e una serie golosa di prodotti da forno e dell’orto, a chilometro zero.
E per chi non riuscisse a raggiungere Cisternino questa estate, può consolarsi assaggiando un po’ di FrisellAnna in delivery, con Il Pacco dal Tacco.

locale
Anna dello Russo (foto profilo Instagram Frisellanna)

AdR, ambasciatrice di Puglia

Quattro pareti, un’area food con panche in legno, una piccola ma graziosa cucina open air, uno staff giovane, sorridente e complice. Anna dello Russo ha studiato il concept nei minimi dettagli, senza spogliarlo della sua innata semplicità: la frisa è un antipasto della tradizione contadina, condita con pochi ingredienti. Esattamente così è lo stile del suo locale: la giornalista italiana ha vestito FrisellAnna di poco – arredi rustici e stoviglie green, eco e bio – per sottolineare le purezza di questa terra. Un territorio dal grosso potenziale, in fase di lancio: un turismo slow (con itinerari culturali alla scoperta di cripte rupestri, scorci suggestivi, panorami mozzafiato, tramonti di un rosso infuocato) che oggi è tra i più richiesti a livello internazionale.

Il merito è anche di una romantica resistenza delle piccole realtà artigianali, spesso gestite da giovani generazioni. A loro Anna dello Russo ha guardato con ammirazione in questi anni, durante i lunghi soggiorni nel suo comfort trullo: e loro sono diventati, oggi, le punte di diamante del progetto FrisellAnna.
L’assoluta interprete del fashion system ha scelto di dedicare a queste donne e a questi uomini uno spazio speciale (nel suo cuore) e nelle vetrine del locale di Cisternino.


A cominciare da Bell’Italia, l’Osteria di Luano Semeraro (un’istituzione della cucina pugliese, gestita insieme alla moglie Erika Zizzi) e da Manuel Bogliolo, fondatore dell’agenzia di comunicazione digitale MB Projects: loro sono stati i primi a supportare l’amica in questa avventura.
Oggi FrisellAnna conta già una serie interessante di partnership promettenti, tutte made in Puglia. Tutte motivate e ispirate dalla loro ‘mentore’ che, senza perdere la sua affascinante allure super urban, s’impegna quotidianamente nell’autentica promozione del progetto di questa nuova pagina della ristorazione, già inserito dai magazine del settore (e non solo) tra gli itinerari da seguire questa estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Tu di che onda sei?

Beauty Routine A 10 anni, allo specchio, sognavo una criniera lunga e liscia, al posto di una massa riccia, scomposta